Scheda Informativa

biesselogoBiesselettroimpianti si occupa di impianti elettrici civili e industriali, illuminazione pubblica, impianti radiotelevisivi, antenne, elettronica, automazione, fotovoltaico, riparazione e manutenzione, consulenza e assistenza tecnica. Mettiamo a disposizione della clientela un ufficio tecnico in grado di consigliare soluzioni personalizzate, funzionali e destinate a durare nel tempo. Ogni nostro progetto viene seguito passo a passo insieme al cliente, in modo da raggiungere la sua più completa soddisfazione. Grazie agli impianti fotovoltaici l’utente potrà convertire l’energia solare in energia elettrica, in quantità proporzionale rispetto alla potenza dell’impianto. L’utilizzo dell’impianto fotovoltaico permette di ottenere una riduzione importante delle bollette energetiche.

Se disponete già di un impianto fotovoltaico, possiamo proporvi un sistema di controllo e supervisione! Grazie a questo dispositivo, infatti, si potranno monitorare la produzione, i consumi e gli scambi energetici.

Ogni impianto nel tempo ha bisogno di cura e manutenzione. Proprio per questo motivo la nostra azienda è in grado di effettuare i controlli periodici anche su chiamata e la pulizia del vostro impianto fotovoltaico.

Impianto fotovoltaico realizzato da Biesselettroimpianti, Cantiere Noceto 6Kw trifase nel 2015.

Spin Cell, il fotovoltaico del futuro...

Efficienza dei pannelli fotovoltaici, un fattore essenziale che rafforza le basi al mercato e alla diffusione delle energie rinnovabili. Gli specialisti del settore sono da anni impegnati nello sviluppo di nuove soluzioni per l’energia pulita.

Il fotovoltaico forse è a una svolta decisiva grazie a un sistema rivoluzionario che si discosta totalmente dal solito concetto di pannello solare. Un pannello a forma di piramide che pare essere efficiente a tal punto da sconvolgere le previsioni. A questo punto la domanda è d’obbligo: può una piccola piramide generare 20 volte più energia di un normale pannello solare?

A quanto pare è possibile grazie a Spin Cell, un nuovo sistema fotovoltaico rotante e a forma di cono. Questo pannello solare, realizzato dalla V3 Solar, si presenta come un cono rovesciato, ricoperto da celle solari su tutta la sua superficie, il cono è in grado di rotare. È dotato di lenti speciali per garantire la concentrazione dei raggi solari, in più presenta di sistemi di elettronica avanzata per la gestione dell’apparato interno.

Il pannello all’interno, inclinato di 56 gradi, gira su dei magneti attraverso una conduzione minima di elettricità che raccoglie dal sole. Tutta l’energia solare rimanente si converte in energia elettrica e questo rende l’apparato solare più efficiente in termini di conversione energetica, dato che la rotazione impedisce il surriscaldamento dei pannelli.

La rotazione dello spin mantiene il fotovoltaico fresco. Crea anche un “Dynamic Rate Flash“, una sorta di luce stroboscopica che serve a  iper-eccitare gli elettroni creando a sua volta più energia elettrica.

Una soluzione assolutamente inedita per sfruttare i preziosi raggi solari a tutte le ore del giorno, indifferentemente dalla inclinazione del sole, con risultati che secondo la V3Solar potrebbero rivoluzionare l’intero settore.

I prototipi sono adesso in test presso aziende terze, le quali sarebbero interessate ad acquistare o partecipare in questo progetto rivoluzionario nel mondo del fotovoltaico. I risultati parlano di un’efficienza pari a circa 20 volte quella dei tradizionali pannelli piani, un’efficienza che addirittura potrebbe offrire ampi margini di miglioramento. I coni solari saranno il futuro del fotovoltaico?


Cosa cambia tra l’energia fotovoltaica convenzionale e il fotovoltaico a concentrazione?

La nostra fame di energia cresce quotidianamente, ogni giorno abbiamo bisogno di centinai di TWh di elettricità e gran parti di questi provengono dai combustibili fossili con una massiccia emissione di CO2 e altri inquinanti che uccidono la nostra atmosfera. Per far fronte al problema energetico e alle conseguenti emissioni, bisogna agire seguendo due strade, la prima vuole re-inventare il nostro modo di vivere con l’allestimento delle cosiddette smartcities, la seconda vuole affidarsi a fonti energetiche pulite e qui troviamo, tra le altre, il fotovoltaico a concentrazione.

Per soddisfare il nostro fabbisogno energetico non basterà il fotovoltaico a concentrazione, esso dovrà unirsi alle altre fonti di energia rinnovabile che nel complesso possono incidere significativamente sulla nostra fame energetica. Cosa cambia tra l’energia

fotovoltaica convenzionale e il fotovoltaico a concentrazione?

In primis possiamo fare una distinzione di costi. I sistemi per l’energia fotovoltaica hanno un costo stimabile che oscilla tra i 6.000-7.000 Euro/kWp. Molto più economico è il discorso dell’energia eolica dove, ogni kW di energia prodotta costa meno della metà di un kW proveniente dai pannelli fotovoltaici, ma di certo non possiamo installare una turbina eolica di 80 metri nel cortile di casa; ma quando decidiamo di installare un impianto fotovoltaico convenzionale? Ci occorrono autorizzazioni, permessi e soprattutto vi sono problemi per la progettazione e la manutenzione degli impianti. Il fotovoltaico a concentrazione vuole prosi come rimedio a queste difficoltà.

L’ideale sarebbe quello di unire le forze tra fotovoltaico convenzionale e energia solare a concentrazione, lo abbiamo visto con la tecnologia CSP con sistema a concentrazione solare ma si tratta di una soluzione creata per i grandi parchi solari, mentre chi sta pensando di sfruttare l’energia solare per la propria casa, perché non potrebbe orientarsi sul sistema a concentrazione solare per uso domestico?

Composto da un grande sistema di specchi, il cosiddetto “concentratore primario” che ha lo scopo di proiettare tutta la luce solare in un unico punto dove è posizionato il ricevitore fotovoltaico, posto sul fuoco ottico del sistema. La produzione su larga scala di tale tecnologia è semplice: basterebbe impiegare degli stampi per iniezione o termoformatura, si tratta di uno sviluppo alla portata della gran parte di aziende italiane.

Il fotovoltaico convenzionale spreca molta energia, ciò che non farebbe un impianto fotovoltaico a concentrazione, progettato per seguire i movimenti del sole così da operare quando i raggi solari si trovano sempre sull’asse ottico del “concentratore primario”. Il fotovoltaico a concentrazione potrebbe sfruttare un sistema di movimentazione mediante tecnologie elettroniche ed elettromagnetiche del posizionamento preciso dei sistemi parabolici.Fin ora ci siamo soffermati sulla funzione


Schermata 2017-03-10 alle 13.57.02


del “concentratore primario”, cioè quel sistema di specchi che “concentra” tutta l’energia solare in un solo punto. In questo punto è posto il ricevitore fotovoltaico, il cuore del sistema, costituito da un piccolo pannello di celle fotovoltaiche ad altissima efficienza progettate per operare sotto concentrazione. Il ricevitore fotovoltaico, per molti anni è stato un limite della diffusione del fotovoltaico a concentrazione per i suoi costi elevati, solo negli ultimi anni sul mercato sono arrivate celle fotovoltaiche per concentrazioni che garantiscono alte performance e prezzi accessibili.

Immaginiamo questo “punto fuoco” dove il “concentratore primario” concentra tutta la potenza solare, di certo il ricevitore fotovoltaico raggiungerà altissime temperature! E’ per questo che è stato pensato un sistema di raffreddamento in grado di mantenere la temperatura delle celle fotovoltaiche sotto i 90°C.

I progressi effettuati dalla tecnologia negli ultimi 10 anni, sono in grado di offrire sistemi di fotovoltaico a concentrazione a prezzi ragionevoli e capaci di garantire alte performance. Come troppo spesso accade, a rallentare lo sviluppo di un settore non è la tecnologia ma è lo stesso mercato. L’energia fotovoltaica potrebbe coesistere ed essere implementata con il fotovoltaico a concentrazione per la creazione di campi solari ad altissima efficienza, il problema è che i gruppi che commercializzano i pannelli solari vogliono una fetta di mercato tutta loro, così come la desiderano gli sviluppatori del fotovoltaico a concentrazione. A tal proposito più interessarti la lettura dell’articolo “Pannelli solari e Solare Termico“.

Domande Frequenti

  • Installazione e manutenzione di impianti elettrici.

  • Assistenza tecnica per sistemi automatici, cancelli elettrici, citofoni, impianti di video sorveglianza.

  • Gestione lavori elettrici e di illuminazione per enti pubblici.

  • Impianti fotovoltaici per privati, aziende ed enti pubblici.

Biesse Elettroimpianti opera nel settore dell’impiantistica da più di trentacinque anni garantendo da sempre lavori di qualità, realizzati rispondendo in modo preciso e puntuale a tutte le esigenze della clientela in materia di illuminazione, impianti, impianti fotovoltaici, automazione ed energie alternative. Grazie a uno staff altamente specializzato, all’utilizzo delle più moderne tecnologie e alla collaborazione con importanti aziende del settore, Biesse Elettroimpianti propone soluzioni chiavi in mano con grande professionalità.

Impianti elettrici e fotovoltaici

Biesse Elettroimpianti

Via Cavour, 10 – Noceto (Parma)

Tel. 0521.628462  Fax 0521.622704

bselettroimpianti@sinergiapiu.com

Soluzioni Gewiss per la domotica...

Che cos’è la domotica? A cosa serve?

Il sistema di domotica GEWISS, compatibile con gli standard internazionali, che offre la soluzione per ogni diversa esigenza abitativa. Grazie a un modello in cui ogni componente vive da solo ma dialoga e si completa nell’interazione con gli altri, CHORUS assicura infinite combinazioni che si ritagliano su ciascuna esigenza individuale, garantendo in qualsiasi momento l’ampliamento del sistema e l’inserimento di nuove funzionalità.

Risparmio energetico, benessere della persona, biocompatibilità, tutela dell’ambiente. La DOMOTICA GEWISS rende davvero possibile tutto questo. Un sistema integrato di funzioni che permettono un uso consapevole dell’energia e quindi un risparmio anche sui consumi di beni preziosi come l’energia elettrica, l’acqua e il gas. Senza rinunciare a nulla, senza inutili complicazioni, semplicemente scegliendo una tecnologia che permette di utilizzare le risorse naturali in modo più responsabile ed efficace.

Oggi, per vivere nel massimo benessere personale e nel massimo rispetto dell’ambiente un sistema c’è. È il Sistema di domotica CHORUS.


“Case domotiche” … il Principio.


Oggi si sente parlare sempre più spesso di case “domotiche”. Ma cos’è esattamente la casa “domotica”? Come funziona? Quali sono i suoi vantaggi? E quali i costi? La domotica – termine che trae origine dal latino “domus” (casa) e dall’aggettivo “automatica” – ha per oggetto le tecnologie volte al miglioramento della qualità della vita all’interno degli ambienti domestici. Il tutto coniugando elettronica e informatica.

Nata a metà degli Anni Novanta, la domotica ha raggiunto importanti risultati attraverso lo sviluppo di un rilevante numero di applicazioni di qualità e la realizzazione di progetti complessi in ambito residenziale, commerciale e sociale.
Oggi, l’offerta dei principali player sul mercato si basa su un sistema di home e building automation dove ogni componente è progettato per assicurare alti livelli di compatibilità con le diverse apparecchiature e gli impianti presenti negli ambienti abitativi e lavorativi allo scopo di semplificare, rendere più flessibile ed economica la gestione delle attività quotidiane.

La casa domotica viene spesso definita “intelligente” in quanto è in grado di modificare la configurazione dei suoi apparati in funzione di variabili interne ed esterne. Non solo, l’impianto domotico è anche un sistema integrato in grado di gestire in maniera coordinata le funzioni svolte tradizionalmente da singoli dispositivi, come interruttori, cronotermostati, videocitofoni, e sistemi d’allarme.

Che cosa può gestire?


L’impianto domotico può avere diversi livelli di complessità, a seconda del numero e della tipologia dei dispositivi da controllare, come: punti luce, tapparelle e/o persiane, portoni, impianti audio-video (stereo, schermi, televisori, decoder, recorder), impianti di climatizzazione e/o di riscaldamento, sistema di videocitofonia e videosorveglianza, sistema antintrusione, sistema di irrigazione, ricircolo acqua e riscaldamento della piscina, tende da sole, cancello e box.

Domotica e gestione energetica dell’edificio
Il costo di un edificio si deve misurare su tutto il suo ciclo di vita: oggi oltre all’incidenza del valore d’acquisto vanno tenuti in considerazione anche gli oneri di gestione che incidono in maniera significativa.
Con la domotica è possibile realizzare soluzioni abitative dove vivere nel massimo comfort, utilizzando solo l’energia che serve, migliorando la classificazione energetica dell’edificio, accrescendone quindi anche il suo valore economico.

Termoregolazione a zone
Ovvero riscaldare solo quando e dove serve risparmiando fino al 30%. Grazie a questa funzione è possibile scegliere la temperatura di ogni singola stanza a seconda della sua localizzazione e del momento della giornata in cui la si utilizza. E’ possibile inoltre escludere gli ambienti non utilizzati da non riscaldare. L’attivazione dell’impianto tiene conto dell’esposizione e quindi dell’irraggiamento solare e dell’eventuale apertura di finestre. Oltre a garantire comfort e risparmio economico ai clienti, l’edificio può così migliorare la sua classe energetica.

Gestione dell’illuminazione
Ovvero spegnere o regolare la luce in funzione della presenza di persone e della quantità di luce naturale. Una soluzione che consente al cliente di godere del massimo comfort visivo, fornendo un grosso contributo al risparmio energetico. Utile nei locali utilizzati saltuariamente come corridoi, cantine, locali igienici, nelle parti comuni consente risparmi fino al 75%.


Haus Kubus 4 am Abend


Visualizzazione dei consumi
Numerosi studi hanno dimostrato che la visualizzazione dei consumi aiuta l’utilizzatore a modificare le proprie abitudini sbagliate e ad intervenire per migliorarle. Le conseguenze di questo atteggiamento pro-attivo sono state valutate in un risparmio del 10/15%. Il sistema fornisce al cliente i dati istantanei e cumulati su touch screen, sottoforma di grafici e tabelle che facilitano l’interpretazione, nonché una valutazione quantitativa della spesa economica. Il cliente produttore di elettricità ed acqua calda sanitaria potrà visualizzare anche i parametri della produzione di impianti a pannelli fotovoltaici o pannelli per solare termico.

Gestione controllo carichi mai più black out
Con la domotica è possibile anche gestire e monitorare la potenza assorbita dagli elettrodomestici controllati scollegandoli in caso di sovraccarico, rispetto alla potenza massima contrattuale. Il sistema rende possibile impostare le temporizzazioni per attivare i carichi ad orari prestabiliti posticipandone il funzionamento di periodi con costi energetici ridotti.

I nostri progetti

Realizzazione

Archivio video tematici selezionati dall'azienda